Prenotazione Sicura
Verifica la disponibilità di camere, tariffe e prenota online
Miglior Prezzo Garantito Modifica/Cancella Prenotazioni Informazioni protette con certificato SSL

Le Attività

La Società Mediterranea '94 ha in gestione 1.967 ettari di terreno, questi ricadono per intero all'interno del futuro parco naturale del Marganai - Linas. Più del 50% del territorio è costituito da bosco, dove l'azienda è impegnata nella silvicoltura; il restante è destinato al pascolo brado, dove viene praticato l'allevamento caprino e suino. All'interno del territorio sono presenti numerose miniere, ora abbandonate, splendidi monumenti per i circuiti di archeologia industriale (di cui tutta la Sardegna è ricca). Tra le miniere abbandonate, presenti all'interno dei terreni da noi gestiti, la più imponente e importante è sicuramente la miniera di Barraxiutta (piombo, zinco, rame), chiusa alla fine degli anni 60. Oltre alla miniera di Barraxiutta, troviamo la miniera di Perda Niedda, dove sorge l' agriturismo; e poi ancora le miniere di Cruccueu, Sa Terula, Su Isteri, Sa Nebidedda, Mont'ei, Bega Trotta, Fenugus.
Tra la fauna, il re del territorio è sicuramente il cinghiale; ogni anno questa zona del Sulcis Iglesiente è battuta da centinaia di cacciatori che, attraverso una riserva autogestita, praticano la caccia grossa.
Manolo che scala una delle tante paretiPer gli amanti dello sport estremo, quello di Domusnovas è un territorio particolarmente ricco di pareti attrezzate per il free climbing come "La Tana delle Tigri", "Cinatown", "Baby Parking", "la Ruota del Tempo", e tante altre. La particolarità della zona oltre al numero di vie attrezzate, è data dal fatto che il free climbing può essere praticato praticamente per 365 giorni all'anno, l'alto numero di vie e la loro dislocazione permette l'arrampicata sportiva con pioggia, sole, freddo, caldo; questo porta ogni anno in Sardegna e a Domusnovas tantissimi appassionati di free climbing.

Ingresso della grotta di San GiovanniPer quanto riguarda la flora, il paesaggio è dominato dalla macchia mediterranea con i lecci, i corbezzoli, il lentisco, il cisto... da non perdere in autunno il corbezzolo che mostra in un gioco di colori i suoi frutti accompagnati dai delicati fiori bianchi. Nel periodo che va da settembre a aprile, gli appassionati di micologia in questo territorio possono trovare una grande varietà di funghi, tra questi i più ricercati sono sicuramente i porcini (Boletus), i funghi di carne (Pleurotus) e i canterelli (gallinacci). Nelle vicinanze, oltre ad altre miniere, si possono visitare le grotte di San Giovanni, le grotte di Su Mannau, le grotte di Santa Barbara; il tempio Punico Romano di Antas, Il nuraghe S'Omu e S'orcu, il faraglione del Pan di zucchero, il Domo Lavico dell'Acqua Fredda (sul quale si trovano i resti del castello abitato dal conte Ugolino), il Canal Grande.

Grazie alla sua invidiabile posizione, dall'agriturismo Perda Niedda, si può raggiungere la montagna, la collina, la pianura e il mare. Tutto è nel raggio di pochi Km.

Gli spunti per le attività quindi non mancano, dall' agriturismo Perda Niedda si può partire per una classica e rilassante passeggiata, una più impegnativa giornata di trekking, una escursione in fuoristrada o in mountain bike; ci si può dedicare alla raccolta dei funghi, si può decidere di assistere a una battuta di caccia grossa, arrampicarsi su una delle tante pareti attrezzate...

Valid XHTML 1.0 Strict

Abbiamo fatto il possibile per rendere questa pagina accessibile
secondo le linee guida WCAG 1.0 al livello AAA.